• Add to Collection
  • Tools Used
  • About

    About

    Dora è un elemento d'arredo dotato di quattro sgabelli estraibili collocati all'interno di un tavolino che svolge la duplice funzione di contenit… Read More
    Dora è un elemento d'arredo dotato di quattro sgabelli estraibili collocati all'interno di un tavolino che svolge la duplice funzione di contenitore e piano d’appoggio. Read Less
    Published:
CONCORSO PER LA PROGETTAZIONE
DI ELEMENTI DI ARREDO
DisegnoDilegno - Il tuo disegno di benessere realizzato con il legno
Concorso bandito da  Fiemme 3000 - D.K.Z. srl, Predazzo - Val di Fiemme, con la consulenza tecnico scientifica del prof. Kuno Prey della Facoltà di Design e Arti - Libera Università di Bolzano.

Tema del concorso
Il concorso mira a individuare  soluzioni per elementi d’arredo originali e innovativi, sviluppate utilizzando “DisegnoDilegno”, il profilato variabile in legno BIOcompatibile di Fiemme 3000.
Il concorso vuole motivare architetti, designer e creativi a sviluppare il proprio elemento di  arredo salubre, oltre che bello e funzionale, andando a valorizzare l’importanza del  benessere indoor nel product e nell’interior design contemporanei.


PROGETTO

 01 SCENARIO 
Negli ambienti domestici più diffusi gli spazi fruibili sono spesso esigui e non sempre è possibile gestire la disposizione degli arredi in maniera pratica ed efficace. Dora vuole rispondere a questa necessità, riducendo al minimo gli ingombri degli elementi in fase di non utilizzo, rendendo semplice e pratico il gesto di estrarre le sedute dal blocco contenitore e la loro successiva collocazione nello spazio. 
Grazie alla sua versatilità Dora si espande e contrae a seconda dell’occorrenza: da semplice piano di appoggio collocato frontalmente al divano del soggiorno a fulcro delle relazioni umane durante l’aperitivo o una serata tra amici. 

 02 ASPETTI FUNZIONALI 
Dora è un elemento d'arredo dotato di quattro sgabelli estraibili collocati all'interno di un tavolino che svolge la duplice funzione di contenitore e piano d’appoggio. 
Tutti i blocchi scatolati sono portanti (7cm), ad eccezione della traverse presenti tra le due gambe degli sgabelli, le quali avendo valenza estetica sono state ridotte a 5cm di spessore. 
Le dimensioni rientrano negli standard ergonomici: per il tavolino un ampio piano di 90x60cm, collocato a 48cm dal suolo, è funzionale per consentirne la fruibilità fino a quattro persone; le sedute 30x30x38cm garantiscono una superficie di appoggio comoda, collocata ad un’altezza appropriata. 

03 ASPETTI FORMALI 
Dora esiste in due forme: chiusa e aperta. 
Da chiusa appare come un blocco unico e massiccio, reso leggero grazie ai piedi di supporto non visibili ad altezza occhi, che fanno sembrare l’oggetto sospeso nel vuoto. Le trame geometriche generate dagli incastri tra i vari elementi paiono a prima vista lavorazioni minimali ricavate da un unico blocco. 
Solo facendo scorrere esternamente al tavolino le sedute si percepisce la reale conformazione dell’oggetto, che una volta aperto perde la sua dimensione statica fino a liberarsi nello spazio. 
Dora è “ralativa” allo spazio che la contiene.