Add to Collection
About

About

The next Aruba is an experimental project to re-brand logo and redesign website. This is only the first step of a wide range project.
Published:
The next Aruba
Experimental Work
L’idea nasce dalla voglia di sperimentare che caratterizza ogni designer.
La curiosità deve essere la guida di ogni progetto.

Nell’ultimo periodo designer si misurano sul web con redesign sperimentali di progetti importanti. Non c’è committente, non c’è retribuzione, c’è solo la voglia di provare ad innovare, investire tempo, osare, guidati dalla passione di poter far meglio.

Purtroppo né sul vostro sito, né in generale su web sono riuscito a reperire fonti certe sulla nascita
del logotipo aruba.it.
A questo punto posso solo dedurre che la scelta della rosa dei venti sia la declinazione della croce
che compare sulla bandiera dello stato di Aruba.
Da wikipedia: “
...il nome proviene dal termine oibubai degli amerindi Arawak, che significa guida.
L’idea di fondo è stata quindi quella di ripartire da questo elemento: la rosa dei venti stilizzata proprio come compare nella bandiera dello stato di Aruba.
Subito dopo ho però mantenuto le 8 punte che compaiono nell’attuale logo di aruba.it.

A mio avviso è stato necessario inclinare di 15° il pittogramma per conferirgli maggior “aderenza” con l’idea di rosa dei venti, e non essere confusa con l’idea di stella.
La colorazione è palesemente in una tonalità arancio derivante da un rosso pieno (R: 255).
Ho campionato gamme diverse all’interno del logo.

Il nuovo logo non dovrà trascurare l’identità acquisita finora, ma dovrà comunque, a mio avviso innovarsi, per togliere quella obsolescenza che ha accumulato nel corso degli anni.
Ho tolto quindi tutta quella parte di dettaglio “fotografico” eccessivo che caratterizza il logo attuale. Ho aggiunto una nota di spessore e un leggero gradiente per dare solidità al logo.

Il type inizialmente scelto è il Museo Sans.
Un tipo di caratteri bastone, che riporta ordine nell’attuale carattere stile “comics”.

Da qui la prima prova di logo che pubblicata su Dribbble ha ottenuto un buon successo.
Ho poi deciso di cambiare il type trovandone uno di maggior spessore in maniera che possa essere leggibile
anche utilizzando il marchio in maniera molto piccola, come ad esempio un header di sito web, o stampa con bassorilievo.

Da qui la proposta definitiva di logo.
Per quanto riguarda il sito web il primo passo è stata la progettazione degli spazi.
Grazie ad una griglia ho disposto i stessi contenuti presenti adesso in home page epurandoli dalle sovrapposizioni attuali ed aggiungendo l’aspetto umano che a mio avviso attualmente è la lacuna più grossa all’interno dell’attuale sito.

Il lavoro viene sempre svolto in griglia. Questo ha il pro di mantenere tutti i contenuti ordinati ed evitare il sovraffollamento non necessario di riquadrature, filettature e box, in quanto i contenuti se correttamente spaziati non ne avranno bisogno.
A seguito il confronto di proposta nuova home page con l'attuale.