Add to Collection
Tools Used

Tools

About

About

Competition for the logo of the Regata delle Antiche Repubbliche Marinare italiane, a sport event with historical significance. Italian design ab… Read More
Competition for the logo of the Regata delle Antiche Repubbliche Marinare italiane, a sport event with historical significance. Italian design abstract below. - - - “VELE” Un nuovo logo per la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare Italiane Gli stemmi Richiesta fondamentale del bando era la presenza, ben visibile, degli stemmi delle quattro Repubbliche Marinare italiane. Si è voluto rispondere a questo appello scegliendo come elemento grafico fondamentale proprio i quattro stemmi e procedendo a partire da essi nella costruzione del logo. Il primo problema affrontato è stata la disomogeneità nel livello di complessità visiva dei quattro stemmi: la massima semplicità è rappresentata dallo stemma della Repubblica di Genova, una croce rossa su campo bianco; la massima complessità formale invece è incarnata dallo stemma della Repubblica di Venezia, riportante oltre ad un leone marciano riccamente dettagliato una serie di simboli araldici rappresentanti, inter alia, la dualità tra stato da terra e stato da mar. Allo scopo di permettere che il nuovo logo abbia una propria unità formale a livello superiore si è proceduto alla semplificazione grafica dello stemma veneziano, eliminando parte dei simboli araldici e “ripulendo” la sagoma del leone dalle sue partizioni interne, in modo da raggiungere un buon livello di pulizia grafica senza per questo far perdere in riconoscibilità allo stemma. Gli elementi mantenuti sono il leone marciano, il libro chiuso sotto la zampa anteriore sinistra, la spada stretta nella zampa anteriore destra, la tripla onda sotto le zampe posteriori, tutti ben riconoscibili nella loro silouhette. Con criteri analoghi è stato semplificato anche lo stemma della Repubblica di Pisa: in esso sono semplicemente state rimosse le partizioni interne alla croce pisana, lasciando anche la semplice sagoma ben riconoscibile nel proprio campo. Tipografia Le parole Regata delle Antiche Repubbliche Marinare Italiane sono state composte in stampatello maiuscolo, facendo uso di un carattere ispirato alla tradizione tipografica italiana quattro-cinquecentesca, periodo di massimo splendore di due delle Repubbliche di Genova e Venezia; il tipo però non costituisce ricalco di nessun carattere esistente, presentando invece caratteristiche di atemporalità (sottolineate dalla composizione in stampatello maiuscolo) che gli permettono di essere rappresentativo dell'intera gloriosa tradizione politica e culturale italiana indietro fino agli inizi del basso medioevo, riuscendo così perfettamente rappresentativo anche per Amalfi e Pisa. Il logotipo I quattro stemmi delle repubbliche sono deformati secondo una geometria trapezoidale e collocati in linea, in ordine alfabetico. La suggestione visiva che ne risulta è quella di quattro vele spiegate al vento: sono le quattro navi delle Repubbliche Marinare Italiane che solcano il mare sfidandosi per il dominio sullo stesso. La dicitura sottostante, in carattere stampatello maiuscolo grassetto, particolarmente compatta sotto l'aspetto visivo, costituisce una ideale linea d'orizzonte, separante l'aria dall'acqua; al di sotto di essa quattro segmenti collocati in corrispondenza delle vele ne rievocano il riflesso in acqua. Dal punto di vista cromatico, è stato scelto di privilegiare i quattro colori legati agli stemmi delle Repubbliche – azzurro, bianco, rosso ed oro sono quindi gli unici colori presenti nel logo. Un'ulteriore suggestione cromatica è rappresentata dal processo di astrazione svolto sui quattro segmenti-riflesso: quello di Amalfi ne riprende il campo azzurro del suo stemma, quello di Genova ne riprende il campo bianco; quello di Pisa ne riprende il campo rosso; per Venezia invece del colore del campo è stato scelto l'icastico e felicemente identificativo color oro. Tale astrazione, ispirata nel concetto a quella celeberrima dei cinque cerchi olimpici, individua inoltre in modo chiaro lo schema cromatico, che può diventare elemento ricorrente ed unificante la diversità degli elementi grafici che corredano gli eventi legati alle quattro repubbliche marinare – manifesti, brochure, volantini, sito web, eventuali logotipi delle singole edizioni della Regata, ecc. Il logotipo è stato pensato per essere evocativo, immediatamente riconoscibile, altamente personale, ed allo stesso tempo rispettoso dell'identità e della diversità delle quattro Repubbliche che rappresenta. L'utilizzo sui vari media Il logotipo, concepito in tre varianti sottilmente differenti tra loro, ha un'ottima resa su gran parte dei colori di sfondo immaginabili in ogni uso futuro, esclusi ovviamente quelli aventi l'esatta tonalità, luminosità e saturazione dell'azzurro, del rosso e dell'oro utilizzati (che tuttavia ritornano ad essere utilizzabili con una variazione di almeno uno dei tre parametri). L'alta semplicità formale permette di scalare il logotipo anche a dimensioni molto piccole come quelle richieste dal web; è in ogni caso preferibile fermarsi sempre a dimensioni tali che permettano la leggibilità (anche difficoltosa) della dicitura che ne costituisce parte integrante. Nella sua versione monocromatica il logotipo è utilizzabile anche in contesti in cui sia necessario un alto contrasto o un risparmio di inchiostri colorati o semplicemente non sia possibile l'uso di tutti e quattro i colori (ciclostilatura, intestazioni), stampe in duocromia. In tali contesti esso mantiene comunque le sue caratteristiche di facile identificabilità e distinguibilità. Read Less
Published:
Logo design
Digital artwork
2009
Alternate logo
Digital artwork
2009