Add to Collection
About

About

Il marchio/logotipo in oggetto cerca di razionalizzare ed enfatizzare, attraverso una veste grafica fresca, immediata e contemporanea, gli elemen… Read More
Il marchio/logotipo in oggetto cerca di razionalizzare ed enfatizzare, attraverso una veste grafica fresca, immediata e contemporanea, gli elementi distintivi indicati nel brief. La molteplicità e la diversità del territorio laziale vengono esplicitate attraverso una rappresentazione stilizzata del Lazio che, grazie all’utilizzo di cromìe nette e definite, evoca la grande varietà di offerte del territorio e per osmosi le sue eccellenze. Varietà e eccellenze che confluiscono però in un unico humus storico e culturale, ovvero, simbolicamente, nella forma racchiusa e circoscritta della regione, rappresentata come se fosse un colorato aquilone pronto a spiccare il volo. I toni di blu, verde e rosso/arancio utilizzati richiamano rispettivamente il mare delle coste, il verde delle zone agricole-boschive e i monti che costituiscono la spina dorsale del territorio laziale. Al centro di tutto, un triangolo bianco con un tondo rosso all’interno - a simbolo dell’innegabile importanza di Roma - e un triangolo giallo che ha un unico, indiscutibile significato: il sole, elemento cardine dell’immaginario associato a Roma e ai suoi dintorni, in primis all’estero. La forma geometrica al centro della proposta grafica è il triangolo, per una precisa ragione storica: nell’architettura e nella cultura antica greco-romana il triangolo è la superficie per eccellenza, e tutte le altre figure piane possono di conseguenza essere suddivise in altri triangoli partendo dalle linee che dal centro giungono agli angoli. Senza contare che, sempre nell’architettura greca e romana, lo studio della sezione aurea mette al centro delle sue speculazioni matematico/filosofiche proprio il triangolo isoscele. Al contempo però, l’immagine che scaturisce da questa concatenazione di triangoli vuole essere fresca, dinamica, accattivante ed estremamente moderna. Il triangolo, dunque, come forma geometrica ma anche e soprattutto come forma dello spirito e della mente, degno rappresentante del genius latino e della sua indiscussa universalità e contemporaneità. Read Less
Published:
Il marchio/logotipo in oggetto cerca di razionalizzare ed enfatizzare, attraverso una veste grafica fresca, immediata e contemporanea, gli elementi distintivi indicati nel brief. La molteplicità e la diversità del territorio laziale vengono esplicitate attraverso una rappresentazione stilizzata del  Lazio che, grazie all’utilizzo di cromìe nette e definite, evoca la grande varietà di offerte del territorio e per osmosi le sue eccellenze. Varietà e eccellenze che confluiscono però in un unico humus storico e culturale, ovvero, simbolicamente, nella forma racchiusa e circoscritta della regione, rappresentata come se fosse un colorato aquilone pronto a spiccare il volo.
 
I toni di blu, verde e rosso/arancio utilizzati richiamano rispettivamente il mare delle coste, il verde delle zone agricole-boschive e i monti che costituiscono la spina dorsale del territorio laziale.
 
Al centro di tutto, un triangolo bianco con un tondo rosso all’interno - a simbolo dell’innegabile importanza di Roma - e un triangolo giallo che ha un unico, indiscutibile significato: il sole, elemento cardine dell’immaginario associato a Roma e ai suoi dintorni, in primis all’estero. La forma geometrica al centro della proposta grafica è il triangolo, per una precisa ragione storica: nell’architettura e nella cultura antica greco-romana il triangolo è la superficie per eccellenza, e tutte le altre figure piane possono di conseguenza essere suddivise in altri triangoli partendo dalle linee che dal centro giungono agli angoli. Senza contare che, sempre nell’architettura greca e romana, lo studio della sezione aurea mette al centro delle sue speculazioni matematico/filosofiche proprio il triangolo isoscele. Al contempo però, l’immagine che scaturisce da questa concatenazione di triangoli vuole essere fresca, dinamica, accattivante ed estremamente moderna. Il triangolo, dunque, come forma geometrica ma anche e soprattutto come forma dello spirito e della mente, degno rappresentante del genius latino e della sua indiscussa universalità e contemporaneità.
 
 
La font utilizzata per la dicitura è un BODONI, carattere italianissimo e quindi legato a doppio filo con il brief,
in un metaforico gioco di scatole cinesi dove un’eccellenza (l’Italia) ne racchiude a sua volta un’altra (il Lazio). Il BODONI, inoltre, è un classico esempio di carattere classico che ha saputo giungere alla modernità conservando tutta la sua nobiltà.  Altra metafora di una regione che ha millenni di glorioso passato alle spalle, prezioso tesoro da custodire, ma che ha saputo disegnare la sua traiettoria verso il presente in modo netto e riconoscibile.