La piece de le mensonge

  • 354
  • 16
  • 2
  • “Un amico mi disse, una volta, che era terribile dover osservare le situazioni più dure senza dir nulla, limitandosi solo a fare clic”
     
    “Domenica pomeriggio. Il telefono squilla e un cliente mi dice che la sua ragazza lavora per tutto il pomeriggio. Può passare da me tra trenta minuti. Pagando. Anche oggi, penso, calcherò il palcoscenico della prostituzione. E quello della menzogna.
    30 minuti. 30 minuti in cui fervono i preparativi per la mia personalissima piece teatrale. 30 minuti durante i quali spingo in un armadio tutto ciò che più mi appartiene. Fuori, solo quello che non stona con la scenografia del nostro appuntamento. Mi guardo allo specchio. E creo la mia maschera. Una maschera fatta di un fondotinta che copre il mio pudore, un ombretto che accende l’entusiasmo sul mio volto cupo, una matita che assottiglia il mio sguardo rassegnato, un mascara che rende i miei occhi specchio della mia anima trasgressiva, quella per cui i clienti, in fondo, pagano profumatamente. In intimo rigorosamente nero, tacchi e autoreggenti lo aspetto, fissando dalla finestra le decine di persone immerse nel grigiore milanese, ignare del fatto che di lì a poco un finto fidanzato fedele assisterà alla mia messa in scena proprio a pochi metri da loro. Il Blackberry annuncia il suo arrivo. Non prima di aver controllato che niente sia fuori posto lo faccio entrare. Mi bacia. E’ il chiaro segnale che il sipario si apre, e lo spettacolo deve andare in scena. Io, sui miei trampoli, lui, in attesa di farsi domare come un animale selvaggio, entrambi sospesi tra ciò che è ma che al tempo stesso non è: il sesso con una travestita.
    La porta si chiude. Raccolgo il preservativo lasciato a terra e conto i soldi abbandonati timidamente sul tavolo. In doccia, l’acqua lava via quel che rimane di una maschera ormai sbiadita, come il rispetto che sento di avere per me stesso. Anche per oggi ho calcato il palcoscenico della menzogna. Anche oggi sono tornato nella mia normalità.” – Nicole

    http://manuelbravi.wordpress.com/2013/03/20/la-piece-de-le-mensonge