Add to Collection
About

About

Una storia di Uomini o di un solo Uomo. Un viaggio nell'Africa delle visioni ataviche e dei racconti fiabeschi. Un viaggio lento, una storia semp… Read More
Una storia di Uomini o di un solo Uomo. Un viaggio nell'Africa delle visioni ataviche e dei racconti fiabeschi. Un viaggio lento, una storia semplice. Read Less
Published:
Questa è una Storia. 
Come ogni storia è composta da Attimi, Momenti, Persone, e Luoghi.
Di versi tra loro ma indissolubilmente legati da sottili fili invisibili ed indivisibili. 
Non è il racconto dell’Africa ma una storia di Uomini, oppure di un solo Uomo. 
È il racconto di un Albero secolare che con le sue radici – le braccia rugose e forti di una vecchia - ricerca la vita nella profondità del fiume. 
È il racconto di una Donna che proietta le stesse radici al cielo quasi a contrapporsi ad una legge della natura.
Non c’è nulla in Africa che non tragga origine dalla terra e nulla che non venga innalzato verso quel cielo che tutto sovrasta.
È il racconto di un Fiume che scorre da millenni in una terra che da millenni combatte per la sua identità.
È lo stesso Fiume che porta con se la vita e la morte, la fine ed il principio.
Un Fiume capace di cullare, un fiume capace di uccidere.
È il racconto di molti Uomini partiti alla ricerca di un qualcosa al quale ancora non hanno dato un nome.
È il racconto di un Colore dove tutti i colori sono simili, il racconto di una fuga in posti lontani disegnati in mappe di Terra Rossa dove tutte le strade si confondono.
È il racconto della Terra Rossa che macchia i tuoi piedi e ti entra dentro.
Ti entra nel sangue e lo accende.
E a nulla serve lavare il tuo corpo al fiume la sera: la Terra Rossa ha segnato tutto ciò che hai e che sei.
È il racconto di una Malattia e nessuna medicina.
È il racconto di una Pioggia che arriva dal silenzio di un cielo brillante, e con un frastuono riempie i secchi del villaggio.
È il racconto di molti altri Racconti.
È la storia di chi quella Terra la vive e la consuma.
È la storia di chi viene consumato da quella Terra.
Ed è anche il racconto di un Mondele, di un Uomo Bianco
Di quando si pose la domanda: ”Ma se io fossi nato qui?
E comprese l’unica risposta possibile: “Io sono Africa”.
@Laura Marcolini
Ti si confonde l’apparato circolatorio con questo dedalo di meandri, contorti come alveoli del cervello – reti metalliche e grovigli, somigliano alla memoria – ognuno con una storia da nascondere o da sciogliere, lì appena dietro una garza sospesa tra il volto e il soffitto appeso, appesa tra i volti e le pareti. Non sai più se sono radici o capelli quelli che affondano in acqua, e in cielo – nel cielo da dove viene più acqua che in qualsiasi Africa immaginata. Il cielo delle fronde folte, dei tronchi secchi come le tue croci E non sai più se sono nodi di rami o intrecci di capelli quelli che vedi neri sotto le nubi fumose. Ci sono più segni per terra e più segni sull’acqua che sulla lavagna, dove non passa la storia dei tuoi passi, ma quella dei passaggi degli stranieri sulla tua terra. Un gorgo nel fiume lento come il sonno. Una corsa nelle erbe alte, taglienti. Un salto e un sacco pesante sulla tua testa, l’acqua rispecchia altra acqua e l’albero cresce dalle tue spalle, dissodate presto dalla vita di cui tuo padre ti ha lasciato storto il vincastro.
(Il Fotografo n.243, nov 2012)
 
Riconoscimenti
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato selezionato da Sara Munari, Gabriele Croppi dell’Istituto Italiano di Fotografia come migliore lavoro presentato nell’ambito del Lucca Foto Fest 2011 con la seguente motivazione: “Per la capacità di interpretare in modo maturo un tema così complicato in un luogo così impervio."
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato selezionato al Portfolio Lucinico da Sandro Iovine, Laura Marcolini, Bruno Taddei, come migliore lavoro presentato con la seguente motivazione: “Per il superamento della forma reportagistica a favore dello sviluppo di un’espressione più personale che trascende i luoghi e i soggetti per restituire in forma individuale un sentire più universale
 
Esposizioni
- Il progetto "Io Sono Africa" è stato esposto a cura del Collettivo WSP nel mese di novembre/dicembre 2013 a Roma
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato esposto presso la manifestazione fotografica “Oltre_12 la fotografia” nel mese di novembre 2012
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato esposto presso Il Centro Civico di Lucinico (Go) “Portfolio Lucinico” nel mese di settembre 2012
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato esposto presso la Galleria Fenice a Trieste nel mese di maggio/giugno 2012
 
 
Pubblicazioni
- Il progetto “Io Sono Africa” viene selezionato nel mese di maggio 2013 nel progetto BestSelected e pubblicato sul sito web BestSelected
- Il progetto “Io Sono Africa” è stato pubblicato sul mensile di fotografia “Il Fotografo” n°243 (Sprea Editore) nel mese di novembre 2012