Headlines 2010

  • 368
  • 53
  • 7
  • Headlines 2010
  • Un laboratorio di pratiche di critica, contaminazione e rottura degli orizzonti metropolitani.
    Headlines è un evento internazionale di graffiti writing promosso da Urban Code e S.a.L.E..
    Comprende un’esposizione negli spazi dei Magazzini del Sale (Dorsoduro 265, Punta della Dogana, Venezia) e la tappa Italiana del Meeting Of Styles International, la più importante jam di graffiti che si tiene tra USA, Europa, Russia ed America Latina. L’edizione di quest’anno vedrà confrontarsi sulle superfici di uno dei più grandi parchi di Mestre più di cento writers provenienti da tutto il mondo.
    Il progetto nasce dalla collaborazione tra S.a.L.E. e Urban Code e punta, oltre che a mostrare, anche a indagare le modalità attraverso cui il writing può rinnovare il suo portato di “rottura” dentro la metropoli contemporanea. In particolare la mostra tenterà di approfondire con opere, azioni, documenti ed interviste il tema dell’identità del writer. Che rapporto c’è tra la riscrizione del nome, l’utilizzo dell’alias e la volontà di modificare l’orizzonte metropolitano?
    La versione 2010 di Headlines sancisce, quindi, un ulteriore salto di qualità nel percorso intrecciato di Urban Code e del S.a.L.E..
    Il primo aspetto è la caratura degli ospiti: tra i molti nomi ci limitiamo a citare quello di una vera e propria icona del mondo del writing: la statunitense Martha Cooper che sarà presente all’inaugurazione della mostra il 20 ottobre.
    Ma i nomi non sono tutto, il lavoro di Urban Code è infatti un tassello importante nella crescita complessiva del S.a.L.E., uno spazio di produzione culturale indipendente inserito nel cuore della “stecca del contemporaneo” di Venezia.
    Indipendenza è infatti la parola chiave, il programma del S.a.L.E. non è separabile da un modo di intendere l’arte come terreno di indagine e di intervento nella realtà dei processi metropolitani.
    Fuori da ogni semplicistica retorica legata all’arte pubblica o alle mode community based, Headlines e S.a.L.E. vi propongono un modo inedito di vedere, pensare e agire il writing.