Bologna City Branding — Rejected Proposal
2793
176
10
Add to Collection
About

About

Rejected proposal for the international competition "Bologna City Branding"
Published:
— main logo —
introduzione
 
Il sistema di immagine coordinata che proponiamo per la Città di Bologna nasce dall'idea che possa essere attraversata da ognuno secondo rotte imprevedibili e personali. I simboli grafici su cui si basa formano linee che rappresentano questi percorsi, dando vita ad artefatti comunicativi sempre diversi e creando un sistema dinamico, vivo e vitale, come la città stessa.
 
Il payoff "Ogni strada, la tua" sottolinea questo parallelo esplicitando il significato dei tracciati e accoglie l'osservatore invitandolo a perdersi per le vie di Bologna. La versione inglese "In your way" sfrutta il duplice significato del termine way ed invita il visitatore internazionale a percorrere le strade di Bologna a modo suo.
L'immagine che il sistema restituisce è quella di una città da vivere e non da visitare, che si presta ai diversi modi di essere abitante, turista o passante occasionale. La pluralità delle voci che animano Bologna sono l'elemento distintivo di un sistema di immagine che, pur identificando in maniera inconfondibile la città, lascia ampio spazio all'improvvisazione. Non ci sono percorsi prestabiliti, ma una coralità di percorsi possibili, attraverso cui perdersi e ritrovarsi costantemente.
 
Il sistema di identità proposto per Bologna ha solida base nel colore rosso, nelle forme delle font scelte e nella composizione di questi elementi su una sottolineatura. Queste sono le variabili che rimarranno costanti in tutte le declinazioni dell'identità, e garantiscono un primo livello di riconoscibilità.
Questa base è integrata da un insieme di elementi variabili: le frecce. Queste sostituiscono o si aggiungono alla sottolineatura base nel logo, possono essere utilizzate per tracciare percorsi grafici. Inoltre garantiscono la versatilità necessaria al sistema di identità di un soggetto complesso, come la città. Questo set di forme base può essere completato da qualsiasi forma utilizzabile come sottolineatura e che possa formare un percorso. In questo modo l'identità della città rimane aperta all'intervento dei vari utilizzatori, alle loro diverse necessità e agli imprevedibili sviluppi futuri.
— continua alla fine
 
 
— set of logo variant —
— stationary —
— mark —
— website —
— city map —
— spread: example of communication material —
— mobile app: example of communication material —
— possible user interpretion of the brand —
— poster#1: example of communication material —
— poster#2: example of communication material —
— poster#3: example of communication material —
— interior: example of communication material —
— leaflet: example of communication material —
— t-shirt: example of communication material —
— flag: example of communication material —
— poster#1: example of communication material —
— children reappropriation of the brand : ) —
la B ed i portici

La B è il primo elemento grafico caratterizzante del sistema. Il disegno della lettera è realizzato ad hoc per richiamare gestalticamente le forme dei portici, elemento urbano che più di ogni altro caratterizza la città. In questo modo i portici entrano a far parte del logotipo, in modo organico, minimale e non invasivo.
Il disegno della B è basato sul carattere GT Haptik, progettato da Reto Moser e Tobias Rechsteiner (grotesk.cc) e distribuito da Grilli Type dal 2013, che viene usato anche per le lettere restanti e come carattere da titolazione nel sistema d'immagine.
Si tratta di un carattere monolineare grotesque, in cui il particolare disegno delle maiuscole garantisce la massima leggibilità nella stampa in rilievo. Questa caratteristica si rivela particolarmente utile per la stampa delle mappe tattili installate nella città ed evidenza la particolare attenzione della città di Bologna per l'accessibilità delle sue strade.

il rosso

Il rosso è tradizionalmente il colore di Bologna, il colore dei riflessi dei mattoni con cui sono costruiti portici, torri e palazzi. Insieme al blu il rosso è il colore dello scudo ovato di Bologna, della sua squadra di calcio ed il colore più utilizzato per identificare le attività e le iniziative che si legano alla città.
Usando questo colore, la nostra proposta di immagine coordinata si inserisce in questa tradizione senza intaccare un elemento naturale di coerenza visiva, in cui gli abitanti di Bologna si identificano e con cui la città viene identificata da chi viene da fuori.
Per la sua riconoscibilità intrinseca il rosso, colore principale, è elemento distintivo al pari della B e dell'andamento della sottolineatura e per questo motivo non varia anche nelle potenzialmente infinite versioni del marchio in cui la personalizzazione è lasciata agli utilizzatori.

La sottolineatura

La sottolineatura è a sua volta elemento caratterizzante, rompe la staticità del logotipo conferendo il senso di direzione e quindi di movimento alla composizione, e forma insieme alla B il marchio della città.
La configurazione base della sottolineatura è quella di un rettangolo rosso inclinato, ma più che dalla sua forma e colore è definita dal suo andamento, dalla sua direzione e dal suo ingombro.  Al disegno base, che viene utilizzato principalmente per gli artefatti di carattere prettamente istituzionale, si accompagna un set di 8 varianti in cui la sottolineatura diventa una freccia ed esplicita il riferimento all'idea di percorso. Le 8 varianti possono essere utilizzate indipendentemente o insieme alla sottolineatura base e introducono nel sistema di immagine un primo elemento di variabilità.

In secondo luogo i diversi utilizzatori potranno scegliere di adottare qualunque forma o trama che, utilizzata nel rispetto dell'area di utilizzo, non andrà ad intaccare la riconoscibilità del marchio, indipendentemente dalla tecnica di realizzazione.

i percorsi

Nelle declinazioni su diversi supporti dell'immagine coordinata, le frecce che accompagnano la sottolineatura, e i percorsi da esse derivati, diventano il vero elemento caratterizzante del sistema.
Le diverse frecce definiscono un set base di elementi grafici, il cui utilizzo garantisce la coerenza interna al sistema, a cui i diversi utilizzatori potranno andare ad aggiungere nuovi tipi di segno, che possano meglio caratterizzare la natura comunicativa dell'artefatto in oggetto.
I diversi percorsi tracciano così una mappa di intrecci, simbolo dei diversi modi di attraversare Bologna, sii incontrano sullo stesso piano, che rimane costante indipendentemente dal soggetto dell'elaborato, ed il punto di vista zenitale restituisce la sensazione di una città orizzontale in cui le diverse rotte si incontrano sullo stesso livello.

La possibilità di tracciare il proprio percorso può diventare elemento di coinvolgimento e di partecipazione attiva, gli abitanti di Bologna possono essere chiamati a reinterpretare il logo così come ad interagire con medium tradizionalmente statici come quelli stampati. Allo stesso tempo nei nuovi media le frecce e i percorsi possono diventare elementi interattivi o di navigazione ed essere personalizzati quando utilizzati su applicativi digitali.