Add to Collection
About

About

A digital magazine for the Forlanini-Ortica area, in Milan.
Published:
Magazine digitale su un NIL di Milano
 

Obiettivo del progetto era realizzare un magazine per tablet che, attraverso delle rubriche, parlasse delle tematiche più importanti legate ad un determinato NIL della città.
 
 
NIL FORLANINI - ORTICA
 
Ciò che caratterizza l’idea che si ha del Nil Forlanini Ortica è l’opinione diffusa del suo essere una zona di passaggio, essendo il collegamento tra Linate e Milano. Durante la progettazione del magazine per tablet si è voluto mostrare, invece, quanto anche una zona di periferia e sottovalutata come questa sia ricca di contenuti, dinamicità, controversie, luoghi inaccessibili che racchiudono mondi a sé stanti e ampi spazi verdi da poter vivere.
 
 
IL MAGAZINE AVANTI - INDREÈ
 
La rivista propone una visione non convenzionale della zona, catturata e trasmessa con modalità espressive che si discostano notevolmente dal classico magazine cartaceo. I mezzi utilizzati, infatti, variano da contributi fotografici, video e audio, alla realtà virtuale e aumentata, da metodi testuali ad illustrativi. Caratteristiche della rivista sono la localizzazione delle tematiche in luoghi specifici, filtrabili per mezzi di trasporto, e le componenti partecipative.
La copertina del magazine con il logo.
Oltre al sommario classico è presente un sommario mappa con la localizzazione di ogni rubrica.
Grazie alle linguette nella parte alta dello schermo è possibile filtrare le rubriche per mezzo di trasporto (piedi, bicicletta, automobile). All’interno di ciascuna rubrica saranno sempre presenti due linguette in alto a sinistra, ad indicare il macrotema e il mezzo di trasporto a cui appartiene la rubrica stessa. Trascinandole sarà possibile visualizzare un indice a timone, col quale passare da una rubrica all’altra.
Attraverso una mappa è possibile visualizzare dei video, rappresentanti luoghi significativi del parco per la stagione corrente, o esplorare la mappa sonora. L’utente può inoltre caricare delle fotografie correlate, scattate all’interno del parco.
Una rubrica nella quale verrà presentata ad ogni uscita una delle opere nascoste del NIL, raccontata dallo stesso autore.
Ogni volta si presenta una cascina, dalla costruzione storica allo stato e utilizzo attuale, proponendo infine il progetto di un gruppo di studenti per rivalutare l’edificio, utilizzando dati grafici e linguaggi illustrativi.
La rubrica prevede di presentare, per ogni uscita, la realtà virtuale di una zona interna ad una delle osterie del NIL. In questa saranno evidenziati e quindi selezionabili alcuni oggetti, di cui verrà raccontata la storia e quindi l’utilizzo passato.
Sul muro del CIE, percorribile orizzontalmente, saranno visibili le ombre di chi ne è prigioniero, punto di partenza per la storia di due immigrati detenuti, attraverso suggestioni visive e sonore date da foto, interviste scritte e audio.
Ogni volta viene presentato un diverso vagone di cui è raccontata la storia, a partire dal contesto in cui veniva utilizzato (tratta, cosa trasportava), le caratteristiche tecniche e la fase di restauro. Oltre ad una parte testuale è sempre presente la video testimonianza di un restauratore.
Ogni uscita tratta un argomento rilevante nel periodo, riguardante l’avanzamento della città o della campagna all’interno del NIL. Per ogni argomento saranno affiancati in un confronto due punti di vista e, attraverso una fotografia, si potranno osservare i cambiamenti in base al punto di vista selezionato. Sarà inoltre presente una parte relativa ai dati, in modo da presentare in maniera oggettiva il soggetto della controversia.
In questa rubrica si ha la possibilità di seguire due diversi percorsi, quello dei pendolari che utilizzano il treno, e quello di chi usa l’automobile. Attraverso un’intro si arriverà ad un video in realtà virtuale del viaggio, percorribile in orizzontale e dotato di alcune immagini caricate dagli utenti, con un possibile elemento audio, come una colonna sonora.
Lo stesso utente, nell’attraversare quel percorso, avrà la possibilità di ricorrere alla realtà aumentata per visualizzare direttamente gli elementi fotografici presenti sul posto e caricarne di propri.
La rubrica è pensata come una mappa sonora del NIL, attraverso la quale è possibile sentire il livello di inquinamento acustico in molteplici punti sensibili e consultare i dati sull’effettivo inquinamento della zona, di differenti orari e giorni.
Da un video in realtà virtuale del Saini sarà possibile accedere a diversi luoghi, anch’essi in realtà virtuale, in cui saranno presenti video interviste di frequentanti e appassionati, e tutorial per spiegare lo sport praticato.
La rubrica è pensata come il videodiario di un ospite del canile, che racconta la sua storia, anche grazie ad una brave parte testuale. Attraverso un tutorial illustrativo sarà poi mostrato il percorso di addestramento o di riabilitazione, in base al problema del cane.
Poster riassuntivo.
 
***
Authors: Chiara Quaggia, Gaia Barison, Alessia Cappa, Matteo Banchelli, Mina Saki