Elisa Bellino's profile
Lee Miller, storytelling illustrato
Seduzione, dal dizionario: istigazione alla colpa, al male, con atteggiamenti e lusinghe.
Nel 1913 Gustave Flaubert pubblicò un libro in cui raggruppava tutti i luoghi comuni diffusi nella società occidentale del tempo.
A distanza di un secolo non tutti i cliché contenuti ne "Le dictionaire des idées reçues" sono scomparsi. Uno dei più duri a morire è quello secondo cui ' la donna artista non può essere altro che una semplice sgualdrina'.
Molte donne hanno lottato per scardinare tale pregiudizio, tra loro Lee Miller.
Lee Miller nasce il 23 aprile del 1907, tedesca da parte di padre, canadese, scozzese, e irlandese da parte di madre. Era bella, bellissima, ma non basta.
La sola bellezza non basta mai.
Si dice che la seduzione sia nascondere i difetti ed esaltare i pregi.
Lei non lo fece mai. Suscitava bruciante desiderio con il suo carattere duro e tutte le sue ferite.
La prima a 7 anni; quando ancora era una bambina subì uno stupro nel calore della sua casa. Questo la segnò tutta la vita.
Elizabeth diventò presto una delle modelle di Vogue più ricercate del tempo grazie ai suoi lineamenti quasi perfetti.
Uno degli aspetti più seducenti di Lee Miller sono la caparbietà e la continua volontà di mettersi in gioco.
"Fare una foto è meglio che esserne una".
Così dicendo volava a Parigi da uno degli artisti più influenti del tempo.
Io e te siamo destinati a stare insieme".
Con Man Ray assorbì tutto, prese tutto, si tolse tutto.
Ma non basta. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale abbandona i lustrini e indossa gli scarponi. Tra il 1938 e il 1945 documenta i drammi di una guerra sconsiderata.
"La casa la volevo con la vasca".
Lee Miller raggiunge l'apice della sua sensualità lavandosi di dosso lo sporco del campo di concentramento di Dachau nella vasca da bagno di Hitler.
"Non t'importa se gli scarponi sono infangati, vero?"
_______________________________________________________________________
Storytelling illustrato sulle tappe principali della vita di Lee Miller, reinterpretata.
Reference: 'Encyclopedia della donne, Lee Miller'
                  'Mostra fotografica di Lee Miller, Artribune, Bologna'.
                  'Trame libere di Eleonora Antonioni'
Lee Miller, storytelling illustrato
1
56
0
Published:
Elisa Bellino's profile
Elisa Bellino

Owner

Lee Miller, storytelling illustrato

1
56
0
Published: