ANALOG COLLECTIVE MEMORY
Analog Collective Memory analizza il rapporto pubblico/attore che si sviluppa nel teatro prendendo in esame il caso specifico in cui il pubblico diventa performer e le relative narrazioni che nascono dalla rielaborazione personale dell'esperienza performativa. Come cambia la percezione dello spettacolo teatrale nel momento in cui una parte del pubblico stesso performa sul palcoscenico? Analog Collective Memory è un progetto che indaga il teatro partecipativo attraverso il racconto dei santarcangiolesi coinvolti nei progetti Azdora, Corbeaux e Multitud. Il progetto ha coinvolto i santarcangiolesi che non operano nel campo del visivo per ripristinare una comunicazione condivisa basata sulla partecipazione mediante una riflessione sulla natura dell’archivio storico del Festival e finalizzata alla composizione partecipata e condivisa di nuovi manifesti commemorativi della performance a cui hanno preso parte. Il progetto vuole essere una riflessione sull’atto performativo e sul suo reenactment, la sua rievocazione. Ogni performance tra quelle prese in analisi manifesta una rinnovata connessione tra regista e cittadini-performer, tra l’azione teatrale ed il suo pubblico. Azdora, Corbeaux e Multitud rappresentano tre differenti casi studio, particolarmente rilevanti per tracciare una visione parziale dello stato dell’arte all’indomani del Cinquantenario del Festival.
     
      
Analog Collective Memory
687
5,377
31
Published:

Analog Collective Memory

Analog Collective Memory analizza il rapporto pubblico/attore che si sviluppa nel teatro prendendo in esame il caso specifico in cui il pubblico Read More
687
5,377
31
Published:

Tools