• Add to Collection
  • About

    About

    Uni project for Editorial Design
    Published:
Progetto di impaginazione di un ipotetico magazine di musica jazz 
Cover, cover abbonati, servizio di due pagine, declinazioni tablet e smartphone
 
 Trattando di Jazz, un argomento molto settoriale, la rivista che ho progettato intende rivolgersi ad un pubblico esperto più che ad un pubblico di massa. Tuttavia la testata, In Jazz, é classica e quindi in grado di rendere immediatamente chiaro il tema trattato. Il logo, situato in alto a sinistra per essere facilmente visibile (anche in caso di altre riviste sovrapposte), si sviluppa in altezza giocando sull’ingrandimento della J unita alle lettere IN, creando un elemento grafico riconoscibile. Il motto “Jazz living” si trova nella parte bassa del logo e segue la curva morbida della J; questo sta ad indicare che il jazz è più che una passione, è un modus vivendi. 
La tipologia della copertina è illustrativa, meno diffusa di quella fotografica e quindi elemento distintivo nel panorama delle riviste italiane. 
In copertina l’illustrazione da me realizzata rappresenta i due protagonisti del servizio principale attraverso un’interazione della tipografia con le ombre degli strumenti da loro suonati. Il fondo è stato ottenuto con la scansione di un foglio di carta colorata strappata e rielaborata: questa delinea in maniera non troppo rigida due aree separate, la parte alta dell’illustrazione e quella bassa dedicata agli strilli secondari. Questa striscia, nelle versioni Landscape delle declinazioni per i dispositivi smartphone e tablet, è stata spostata alla destra del layout per lasciare più respiro alla parte illustrata. 
La copertina nella versione abbonamento mantiene gli strilli di copertina in quanto completano l’illustrazione ma è priva del bollino di servizio e del codice a barre. Lo spazio è stato riorganizzato con una diversa disposizione della tipografia e degli elementi illustrati. 
I font usati nelle copertine e nell’articolo sono due: il bastoni Futura medium, e il graziato Adobe Garamond Pro. 
Gli argomenti trattati nel numero in questione sono stati ripresi da una rivista jazz italiana contemporanea e quindi attuali. Anche il testo dell’articolo è stato ripreso dalla stessa rivista sebbene riadattato ed integrato in modo da farne un servizio più completo. 
L’articolo interno è uno speciale su uno storico duo della musica jazz, Chick Corea e Gary Burton, rispettivamente un pianista e un vibrafonista. Il layout si divide in due macro aree contrapposte, la pagina di sinistra e quella di destra. La prima, con il fondo nero ed una fotografia a mezza pagina, apre l’articolo con un importante titolo in Futura medium corpo 58. La seconda pagina, dal fondo bianco, è dedicata al testo corrente (Adobe Garamond Pro regular corpo 11), ad una piccola foto con didascalia, e ad un box grigio con informazioni supplementari (Futura medium 9). Le separazioni delle aree di colore, anche qui come in copertina, non vogliono essere troppo rigide e vengono ammorbidite da un gioco grafico di “tasti”, elementi rettangolari che richiamano i tasti del pianoforte e del vibrafono e l’andamento della musica suonata da Corea e Burton che nell’ultimo cd hanno ripreso canzoni storiche rielaborandole secondo il loro stile basato su un coinvolgente interplay. 
La testatina in alto a sinistra sulla prima pagina, prende posto sulla sagoma del logo di testataripetuto in proporzioni ridotte.