Certaldo - Borgo medioevale di Giovanni Boccaccio
319
3
0
Published:
  • Add to Collection
  • Tools Used
  • About

    About

    Concorso di idee promosso dal Comune di Certaldo per la realizzazione del logo di Certaldo, borgo turistico medievale di Giovanni Boccaccio (Fire… Read More
    Concorso di idee promosso dal Comune di Certaldo per la realizzazione del logo di Certaldo, borgo turistico medievale di Giovanni Boccaccio (Firenze) Read Less
    Published:
Concorso artistico per la realizzazione del logo identificativo del paese che contenga la frase: “”.
 
 
“Certaldo, come voi forse avete potuto udire, è un castello di Val d’Elsa posto nel nostro contado, il quale, quantunque picciol sia, già di nobil uomini e d’agiati fu abitato”
 
(G. Boccaccio - Decameron VI, 10)
 
EDIT: il seguente lavoro non è stato ammesso al concorso. (*)
Concept

Creare un marchio, formato da pittogramma + lettering, in grado di racchiudere e veicolare l’essenza di Certaldo, borgo medioevale di origine etrusco-romana e patria del celebre poeta e scrittore Giovanni Boccaccio.


Concetti chiave

Certaldo, borgo medioevale di Giovanno Boccaccio

Borgo Medioevale
Origini Etrusco-Romane del paese
Patria del poeta e scritto Giovanni Boccaccio
Località turistica

GENESI DEL MARCHIO - Scelta di elementi significativi


Il Mastio
Parte dell’edificio più importante del paese medievale, ovvero il Palazzo Vicariale, il Mastio rappresenta il classico tipo di fortificazione alto-medioevale costituito da un’unica torre fortificata dotata di stalla, alloggi signorili e armeria.
Archi ed arcate
La scelta della forma ad arco. Elemento dominante e caratterizzante di tutto il paese, l’arco marca in maniera significativa il “ritmo” architettonico di Certaldo: accessi principali del borgo medievale (Porta Alberti, Porta del Sole, Porta al Rivellino), ingressi di case e palazzi (Palazzo Casa Mueseo di Giovanni Bocaccio), ingressi e strutture interne di chiese (Ingresso originario chiesa di S. Jacopo), finestre, particolari del paese.


La penna d’oca
Una sineddoche, la penna d’oca rappresenta la parte per il tutto, ovvero il poeta e scrittore
Giovanni Boccaccio.
A dispetto dell’immagine comune legata ad un’iconografia cinematrografica e romantica, dove la penna viene spesso rappresentata dotata di un folto piumaggio, gia dall’VIII secolo tali strumenti venivano utilizzati completamente privi di barbe.
Costruzione del pittogramma

La fusione di tali elementi porta alla creazione di un pittogramma semplice ed immediato in grado di racchiudere, in un segno minimo ed essenziale, quella che è la sostanza storica e morfologica di Certaldo.
 
La prospettiva ascendente del Palazzo Vicarile intende rispecchiare la visuale con cui il principale edificio del borgo si presenta agli occhi del turista che percorre Viale Boccaccio, il modo in cui lo stesso poeta vedeva il palazzo dall’ingresso delle propria abitazione.

Tale prospettiva arricchisce inoltre il pittogramma di un senso di crescita nel tempo, di imponenza fisica sul territorio circostante, di grandezza storica, rimarcando inoltre la posizione geografica della Certaldo Alta, la quale sorge su un colle.