CAESAR AUTORE
Creative Direction

Agency: Omniadvert.it
Naming, Concept & Creative Copywriting: Roberto Zarro 
Graphic Design: Salvatore Verazzo
Styling: Massimo Falato
concept: la storia di una passione che torna a riaccendersi dopo anni, per il racconto di una collezione ceramica che riaccende i riflettori su un grande classico della tradizione architettonica italiana. 
SCENA 1. INTERNO SERA, PALAZZO NOBILIARE
Lui è ripreso di spalle e la camera lo segue per tutta la scena. Rumore di serratura. Apre la porta di casa, poggia le chiavi su un piano e prosegue nel corridoio. Apre una porta a due ante ed entra in una sala riccamente arredata. La attraversa e spalanca una porta finestra che dà su un balcone. Si piega in avanti e si appoggia alla balaustra. La parte superiore del campo visivo si riempie delle luci tremule e sfocate della città vista dall’alto.

SCENA 2. INTERNO NOTTE, HALL DI UN ALBERGO
Persone vanno e vengono nella sala. Lei entra dalla porta girevole che proietta riflessi delle illuminazioni esterne sul pavimento. Con passo spedito attraversa tutto l’ambiente e si dirige alla reception. Il concierge le sorride.

CONCIERGE
Bentornata Madame, è un piacere riaverla tra noi.

SCENA 3. INTERNO GIORNO, CAMERA DA LETTO
La luce del giorno inonda di luce la stanza. Lui poggia la schiena alla testiera del letto. Allunga il braccio e raccoglie l’orologio sul comodino. Dà un’occhiata al quadrante e si mette a sedere sul bordo del letto. Poggia i piedi nudi sul pavimento, si alza e si dirige verso la porta del bagno, leggermente socchiusa.

SCENA 4. INTERNO GIORNO, GIOIELLERIA
Lui ha le mani poggiate sul banco e sorride alla commessa. Con gesti lenti e pacati, la commessa ripone un anello in una confezione regalo. Quindi alza lo sguardo e sorride a sua volta radiosa.

COMMESSA
È talmente bello che dà gioia anche solo guardarlo e toccarlo per pochi istanti.

SCENA 5. ESTERNO GIORNO, VIA DEL CENTRO
Rumore ritmato di uno scalpello che lavora la pietra. Lei è ferma sull’uscio di una bottega e fa per affacciarsi. Poi la sua attenzione viene catturata da altro e si sposta di lato, fermandosi ad ammirare un vestito nella vetrina di una boutique. A un certo punto scorge il proprio riflesso sulla superficie del vetro, e con la mano sfiora il pendente che porta al collo.

SCENA 6. INTERNO GIORNO, CAFFETTERIA
Sul tavolino una taccuino, un biglietto del vaporetto e un pacchetto regalo. Lei posa la tazza nel piattino, poi il suo sguardo si perde per qualche secondo al di là della vetrata. Infine si alza, raccoglie le proprie cose e si avvia verso l’uscita.

SCENA 7. ESTERNO SERA, GIARDINI
Lui siede su un panchina, lo sguardo verso il tramonto che incendia di riflessi le onde. Avverte un rumore secco di tacchi sul selciato e si volta. Lei entra nel campo visivo e si apre in un sorriso solare. Lui si alza e la abbraccia.
                                                     
LEI
Sembra sia passato appena un giorno.

LUI
Per anni ho vissuto come in un sogno. Ora mi sembra di riviverlo ad occhi aperti.
Caesar collezione Autore
7
184
0
Published: