Set di bicchieri da Spritz
Set of Spritz glasses
Tesi di laurea in Disegno Industriale
Università Iuav di Venezia | Facoltà di Design e Arti | a.a 2011/2012
-----
Graduate thesis in Industrial Design
Iuav University of Venice | Design and Art faculty | a.y. 2011/2012
Idea di progetto
Set of Spritz glasses
Il progetto di realizzare un set di bicchieri da Spritz deriva da una passione personale verso il mondo della ristorazione, con particolare attenzione alla preparazione dei cocktails. Il bagaglio informativo e le conoscenze assimilate durante anni di lavoro nel settore hanno potuto confrontarsi con il percorso universitario alla facoltà di Design, in quanto mi è stato possibile realizzare un prodotto che ho potuto seguire e progettare nei suoi minimi dettagli. Questo ha reso possibile l’ideazione di un oggetto completo in tutti i suoi aspetti, risolvendo i problemi che i bicchieri da Spritz in commercio possono presentare e riservando particolare attenzione all’utenza.
-----
The project for producing a set of Spritz glasses comes from a personal passion for the world of catering, with particular attention to the preparation of cocktails. My background and knowledge gained during years of work in the field were combined with my degree in the faculty of Design, therefore it was possible to produce an item that I could follow and design in its small details. This made it possible to conceive a complete object in all its aspects, solving the problems that Spritz glasses on the market can present and paying particular attention to the user.
Lo studio sulla storia di questo aperitivo ha portato alla progettazione di tre tipologie di bicchieri che danno importanza alla bevanda in relazione al luogo/situazione in cui esso viene servito. Il risultato ha portato alla creazione di: (a) un bicchiere da Spritz per aperitivo che mantenga le dosi già prestabilite dall’azienda Barbieri (ideatori dell’Aperol), che lasci la sua impronta nei locali in orario happy hour, (b) un bicchiere da Spritz che riesca a contenere una dose doppia, rispetto alla ricetta originale, e quindi che si presenti come bicchiere da cocktail, (c) un calice da Spritz per le situazioni più formali,
adatto per presentare l'aperitivo al tavolo di un ristorante.
-----
After studying the history of this aperitif I designed three types of glasses, that give importance to it in relation to the place/situation in which it is served. The result has led to the creation of: (a) one Spritz glass for aperitifs holding the pre-established doses by Barbieri (inventors of Aperol), which could leave its mark in bars during happy hour, (b) one Spritz glass that can hold a double dose compared to the original recipe, and therefore is appropriate as a cocktail glass, (c) one Spritz goblet for more formal situations, suitable for presenting the aperitif at a restaurant table.
Composizione aperitivo:
1. abbondante ghiaccio | 2. tre parti di prosecco | 3. due parti di Aperol
4. una spruzzata di seltz | 5. fettina di arancia | 6. aggiunta di un'oliva
Usabilità del prodotto
Usability of the product
L'usabilità (e particolarità) del prodotto sta nello spazio ricavato nella forma del bicchiere per inserirvi l’oliva. Questa sporgenza, che ricorda vagamente il profilo di un naso, è stata l'idea base a cui si è ispirato l'intero set di bicchieri. Da qui, il pensiero di considerare la sagoma dei bicchieri in relazione ai sensi che vengono utilizzati durante la degustazione di una bevanda: l’olfatto (quindi il naso, per annusare gli odori e profumi emanati), il gusto (delineamento delle labbra, per assaporare la bevanda), e la vista (quindi gli occhi, che servono per considerare le sfumature cromatiche del liquido).
-----
The usability (and peculiarity) of the product lies in the space obtained in the shape of the glass to insert the olive. This boss, which vaguely resembles the profile of a nose, was the basic idea that inspired the entire set of glasses. From here came the thought of considering the shape of the glasses in relation to the senses involved while tasting a drink: smell (i.e. the nose, to smell the odors and scents emanating from it), flavor (shape of the lips, to taste the drink), and view (i.e. the eyes, to notice the chromatic nuances of the liquid).

Il bicchiere a forma di naso e il calice a forma d'occhio hanno entrambi la peculiarità di risolvere il problema dell'oliva, in quanto hanno un supporto per l'inserimento della stessa. Nel terzo bicchiere da Spritz, quello che contiene una dose doppia della bevanda e che viene così considerato un bicchiere da cocktail, si riscontra il problema del contenimento del ghiaccio durante la degustazione del drink. In questo caso la sporgenza a forma di labbra ha la funzione di bloccare il ghiaccio che scivola incessantemente verso la bocca dell'utente quando il bicchiere viene inclinato per assaporare l'aperitivo.
-----
Both the nose-shaped glass and the eye-shaped goblet have the peculiarity of solving the olive problem, since they provide a support for inserting it. In the third Spritz glass, the one containing a double dose of the drink, being thus considered a cocktail glass, holding ice while tasting the drink is a problem. In this case, the lip-shaped boss has the function of blocking ice constantly sliding towards the mouth of the users when they incline the glass in order to savor the aperitif.
Il confezionamento
Packaging
Da un materiale semplice, quale è il cartone sottile, si è arrivati ad una confezione efficace, che garantisce al prodotto un imballaggio sicuro e, per lo studio della sua forma, acquisisce anche il ruolo di espositore. Il pack è sigillato da una corda in raphia (fibra che si ricava dall’omonima pianta), che mantiene la scatola ben chiusa durante il trasporto dei prodotti.
-----
From a simple material like thin cardboard an effective packaging has been created, which protects the product and, for the study of its shape, it also plays the role of display packaging. The pack is sealed by a raffia rope (a fiber derived from the plant of the same name), which keeps the box tightly closed during transport.
Ciclo di vita
Life cycle
La storia dei bicchieri parte dall'acquisizione del materiale in vetro che viene poi trattato attraverso tecniche di lavorazione "a caldo" e "a freddo", successivamente il prodotto viene ripulito e inserito nel packaging di riferimento, pronto per la vendita. Dopo l'acquisto e l'utilizzo eccessivo del prodotto, questo può concludere il suo corso vitale attraverso il riciclo. 
-----
The story of glasses starts from the acquisition of glass material, which is then treated by "hot" and "cold" working techniques, the product is subsequently cleaned and placed in its packaging, ready for sale. After purchase and overuse,
this can end its life cycle through recycling.  
Alla salute!
Cheers!

In collaborazione con
In cooperation with
Massino Lunardon & C.