S P A Z I O U M A N O
Questo progetto vede l’analisi di nuovi insediamenti urbani all’interno di zone popolari nel tentativo di riqualificare aree in stato di abbandono o disuso.
Strutture rivolte a fornire nuovi servizi per un uomo che ha sempre meno “ spazi del vivere ” ma sempre più del “ transitare ”.
Lo spazio umano si restringe in muri di vetro e cemento rompendo equilibri preesistenti. Processi di modernità, di mutamento già in atto da diverso tempo che portano freddezza e svuotamento dell’essere.
Chiusi come gabbie a cielo aperto dove il passato galleggia sul presente, cercando di dare una nuova anima a questi luoghi.
Sempre più di fretta, queste architetture rispecchiano l’uomo contemporaneo che riqualifica aree svuotandole dalla loro identità per darne altre, creando spazi e uomini vuoti su cui imprimere nuove realtà.
Il passaggio dell’uomo è sempre più simile ad una camminata nel vuoto attraverso un tunnel che in fondo vede e trova una soglia.
Un varco, identificato da un cancello o da un’ arcata tra i palazzi, che assiste al passaggio dalla vecchia realtà ad una nuova identità.
Il fare come condizione umana capace di riempire e dare senso allo spazio del temporaneo.
 
La dimensione architettonica, la sparizione del paesaggio originario, oltre che a costituire, nell’ oggi, un dato acquisito che delinea la dimensione che attraversiamo, indica anche la necessità di trasformare il proprio punto di vista. Si tratta di aprire lo sguardo su di un orizzonte che si è completamente emancipato dalle sue caratterizzazioni originarie.
                                      M. Foucault, Spazi altri, pp. 91-92, Mimesis, 2011
 
 
 
This project involves the analysis of new urban settlements in the popular areas in an attempt to redevelop areas in a state of neglect or disuse.
Structures aimed at providing new services for a man who has less and less “living spaces” but more and more of the “pass”.
Human space shrinks in walls of glass and concrete breaking existing balances. Processes of modernity, change already in place for some time leading coldness and emptying of being.
These architectures reflect the contemporary man who redevelopment areas, emptying them of their identity in order to give other, creating spaces and empty men which give new realities.
As do the human condition capable of filling and give meaning to the space of the temporary.
S P A Z I O U M A N O
0
40
0
Published:

S P A Z I O U M A N O

This project involves the analysis of new urban settlements in the popular areas in an attempt to redevelop areas in a state of neglect or disuse Read More
0
40
0
Published:

Creative Fields