• Add to Collection
  • About

    About

    Un giorno però calzini, molto diversi fra loro, si trovarono vicini. Uno era a righe, l’altro aveva degli splendidi cuoricini. Erano dissimili ce… Read More
    Un giorno però calzini, molto diversi fra loro, si trovarono vicini. Uno era a righe, l’altro aveva degli splendidi cuoricini. Erano dissimili certo, però non riuscivano a smettere di parlarsi, e di guardarsi. Read Less
    Published:

Chi pensa che i calzini stiano tutti buoni e ripiegati nel cassetto è uno stupido e si sbaglia di grosso. La verità è che esiste una vera e propria micro società, all’interno del mobile in cui li tenete, basata sul concetto di coppia e di somiglianza. 
Ogni calzino come ben sapete ha il suo compagno. È in tutto e per tutto simile a lui, salvo qualche buchino non preventivato, 
pois con i pois, quadri con i quadri. Non esiste alternativa, nella società dei calzini i bianchi vanno con i bianchi, i neri con i neri; se volete chiamateli pure di mentalità ristretta ma tutta la loro vita si basa su questo concetto. 
Un giorno però due calzini, molto diversi fra loro, si trovarono vicini.
Uno era a righe, l’altro aveva degli splendidi cuoricini. Erano dissimili certo, però non riuscivano a smettere di parlarsi, e di guardarsi. 
Il calzino a righe che era estremamente razionale adorava il modo in cui quello a cuori era completamente sconclusionato. Il calzino a cuori invece non poteva smettere di ammirare le righe dell’altro, anche se fino a quel momento aveva le aveva detestate. Ma seppur diversi avevano tantissime cose in comune, che non venivano notate dagli occhi distratti e superficiali degli altri calzini. A loro modo erano entrambi fantasiosi, molto vivaci e fatti dello stesso materiale. Erano creativi e amavano camminare. Sentivano entrambi freddo l’inverno mentre adoravano la primavera.
Nel cassetto tutti li guardavano male. Non si parlava d’altro, una cosa del genere non poteva essere accettata così i due calzini cercavano di nascondere il loro amore, ma finivano sempre vicini non riuscendo 
a resistere all’attrazione che provavano. 
Così anche il giorno del bucato finirono per essere stesi affianco. Nonostante la loro diversità era innegabile che stessero bene insieme, tutti gli altri indumenti stesi al sole lo iniziarono a notare, felici di quell’insolito abbinamento.  Stando stesi vicini, vennero accoppiati e messi nel cassetto e la mattina dopo, il proprietario, assonnato, 
li indossò per sbaglio insieme. Questo errore di distrazione si rivelò un successone. Chi l’ha detto che i calzini debbano essere identici fra loro? L’abbinare fantasie e colori diversi divenne una vera e propria moda, alla faccia di tutte quelle persone noiose che seguono le regole, e i due calzini riuscirono finalmente a stare insieme senza la paura di essere giudicati. A volte la cosa che all'apparenza può sembrare sbagliata si rivela giusta.