Project Views
Appreciations
Followers
Following
154
Born in Rivoli (TO) on 27/06/1971 I live and work in the Susa Valley where I manage my shop / studio photo from 1995
the first photography course I followed the experimental elementary ... since then the love for this art has never abandoned me.
high schools, military, first jobs always closely linked to the role … Read More
Born in Rivoli (TO) on 27/06/1971 I live and work in the Susa Valley where I manage my shop / studio photo from 1995
the first photography course I followed the experimental elementary ... since then the love for this art has never abandoned me.
high schools, military, first jobs always closely linked to the role of photographer, now I deal with image design and printing process.
I follow strongly the need to read in my images the emotion of the subject portrayed, especially prefer the female portrait
that both in the studio or that both outside, strongly prevails the search for the character, the absence of constructed poses,
the lack of manners or theatricality but simply lead the subject to freedom of getting to feel a sense belonging
to the female world to express it and to pass it on.
I try in my subjects the beauty of emotion, often at the expense of aesthetics alone, I want to paint with light and shadow that
I can read in them, in their abandonment, in the way they communicate an emotion much more than the single aesthetic reproduction.
Anyone who is subject, anyone can broadcast, as long as you want to communicate something if ... the role of the photographer is tied to the ability to
freeing the person to express themselves, to grasp the preferred aspects, to harmonize with each other ..and then to create their own emotional image of the subject ...
this is something unique ... otherwise everything is reduced to a technological breakthrough or even worse to a camera support.
-
Nato a Rivoli (TO) il 27.06.1971 vivo e lavoro in Val di Susa dove gestisco il mio negozio/studio fotografico dal 1995
il primo corso di fotografia l'ho seguito alle sperimentali delle elementari... da allora l'amore per quest'arte non mi ha mai abbandonato.
Scuole superiori, militare, primi lavori sempre strettamente legati al ruolo di fotografo, ora mi occupo di immagine dalla creazione alla stampa.
Seguo fortemente il bisogno di leggere nelle mie immagini l'emotività del soggetto ritratto, in particolar modo prediligo il ritratto femminile
che sia in studio o che sia all'esterno, prevale fortemente la ricerca del carattere, l'assenza di posa costruita,
l'assenza di costume o di teatralità ma semplicemente condurre il soggetto alla libertà di arrivare a provare una sensazione appartenente
alla sfera femminile di esprimerla e di trasmetterla.
Cerco nei miei soggetti la bellezza dell'emozione, spesso a discapito della sola estetica, desidero dipingere con luci ed ombre ciò che
riesco a leggere in loro, nel loro abbandono, nel loro modo di comunicarmi un'emozione molto più che della sola riproduzione estetica.
Chiunque è soggetto, chiunque può trasmettere, a patto che desideri comunicare qualcosa di se... il ruolo del fotografo è legato alla capacità di
rendere libero il soggetto di esprimersi, di coglierne gli aspetti preferiti, di armonizzarli tra loro ..e quindi di creare la propria immagine emotiva del soggetto...
questo è qualcosa di unico...in caso contrario il tutto si riduce ad una realizzazione tecnica o peggio ancora ad un sostegno della fotocamera. Read Less
Member since: