Showcase & Discover Creative Work Sign Up For Free
Hiring Talent? Post a Job

Bēhance

JShare
Project Views
Appreciations
39
Followers
30
Following
22
Nato a Sarzana nel '86, fin da piccolo è affascinato dal disegno e dall'atto di creare.
ll foglio bianco offriva una libertà quasi inebriante senza limiti, a parte quelli tecnici di rappresentazione; allora intraprende un percorso che lo porterà ad affinare il disegno tecnico con le scuole superiori per geometri e succes… Read More
Nato a Sarzana nel '86, fin da piccolo è affascinato dal disegno e dall'atto di creare.
ll foglio bianco offriva una libertà quasi inebriante senza limiti, a parte quelli tecnici di rappresentazione; allora intraprende un percorso che lo porterà ad affinare il disegno tecnico con le scuole superiori per geometri e successivamente attraverso gli studi di disegno industriale a Firenze affina le proprie capacità di rappresentazione conoscendo nuovi modi di rappresentare idee e creare forme.
L'università lo porta a conoscere l'aspetto materico delle cose, i processi produttivi e gli scenari tecnologici del design e una volta laureato alla Triennale prosegue gli studi con la specializzazione in design sempre a Firenze dove conosce l'aspetto etico e la responsabilità del designer nella società. Collabora con designer e studi di Firenze e successivamente a La Spezia dove segue l'immagine grafica del progetto Street food Mobile™, una volta finiti gli studi intraprende un progetto legato al suo territorio, il marmo, limitare il suo eccessivo consumo e "svendita a peso" verso i paesi asiatici creando una linea di gioielli: Diamarble, creati dai detriti delle cave o dai pezzi rotti durante le lavorazioni, marmo considerato "scarto" ma che in realtà non lo è affatto. La visione consiste nel prendere queste pietre grezze e considerate scarto e come diamanti non lavorati e attraverso il taglio, la lucidatura trasformarli in gioielli.


He was born in Sarzana (Italy) in '86, since he was a child he is fascinated by design and by the Act to create things. The white paper provided an almost beautiful freedom without limits, apart from technical representation, then embarks on a journey that will lead him to refine the design with technical high school of geometry and then through the study of Industrial Design in Florence sharpens his ability to represent ideas.
The university takes him to know the material aspect of things, production processes and scenarios of technological design and after continued his studies with a specialization in design, also in Florence where he met the ethical and the designer's role in society.Collaborate with designers and architectural studios in Florence and then to La Spezia where it follows the graphic image of the project Street food Mobile ™, once they have finished school embarks on a project related to its territory, marble, and he creating a line of jewelry: Diamarble, created from waste or broken pieces of the quarries during processing, marble considered" waste "but it is note. The vision is to take these rough stones considered waste and like a diamonds through cutting, polishing transform into jewelry. Read Less
  • graphic designer
    Street Food Mobile™ — La Spezia, Spain
  • industrial designer
    Follesa Associati — Sesto fiorentino, Finland
View Full Resume →
Member Since: Dec 20, 2009