Showcase & Discover Creative Work Sign Up For Free
Hiring Talent? Post a Job

Bēhance

Panchina Panoramica – i caratteri di Genova

  • 238
  • 20
  • 1
  • La volontà di restituire dignità al design, e la fiducia – forse ingenua – nutrita nei confronti della città di Genova e delle sue potenzialità, sono state l’energia che ha consentito di condurre la ricerca e il progetto di questa Tesi di Laurea Magistrale: un esperimento incentivato dall’entusiasmo di immaginare Genova come futuro distretto culturale, di cooperare ad elevarla a questo ruolo grazie agli strumenti ed alle strategie del progetto. 
    Un’indagine teorica e progettuale, un’azione comunicativa – che vede come mezzo principale la distribuzione di una fanzine autoprodotta – che ha l’obiettivo di attivare un processo descrivendone limiti e potenzialità, cosicché si possa dare un piccolo contributo a cambiare positivamente le dinamiche della nostra epoca, tanto fragile quanto fertile.
     
    La fanzine Panchina Panoramica racconta l’eterogeneità dei caratteri di Genova e delle opinioni dei suoi
    abitanti rispecchiandola in un’immagine non coordinata che utilizza ogni volta  un carattere tipografico differente, accordato al mood di ogni singolo numero. L’obiettivo di questa piccola pubblicazione autoprodotta e distribuita gratuitamente è quello di ospitare storie di genovesi e di chi ha vissuto la città, coinvolgendoli e stimolando un orgoglio collettivo nei confronti di questa, che si rivela nascosta, dimenticata, inaspettata. Ogni uscita – in tutto dieci, realizzate artigianalmente in serigrafia, grazie al contributo di prestatori d’opera come Fedrigoni – coinvolge una persona differente appartenente allo scenario genovese descritto, creando nella totalità del progetto una panoramica disomogenea e sincera della città, delle sue dinamiche, dei suoi luoghi, delle sue relazioni. La fanzine riporta inoltre alcune informazioni relative a luoghi, attività commerciali ed eventi presenti in città, così da porsi anche come una sorta di guida permettendo a chi la utilizza di vivere ogni volta una Genova differente.
     
    [Tesi di laurea e progetto realizzati con Elisa Angella]