Showcase & Discover Creative Work Sign Up For Free
Hiring Talent? Post a Job

Bēhance

La Forma dei Sogni (on impossible px680)

  • 147
  • 21
  • 2
  • Il trittico delle tre polaroid formano l'opera: "la forma dei sogni".
    Un'indagine che parte dalla matrice centrale che rappresenta l'atto di sognare e che prende forma nei due scatti a lato, frammenti di due sogni diversi elaborati dal sognatore la stessa notte. La scelta del supporto istantaneo polaroid/impossible, rafforza l'idea della materializzazione di due frammenti/immagini appartenenti ad una realtà onirica e quindi non materiale ed oltre a raffigurare l'atto di dormire e sognare, porta in superficie la volontà di ricordare parte di quella meravigliosa dimensione che ci sforziamo di imprimere nella memoria appena svegliati!
    L'opera comprende più soggetti:
    Il sognatore e il sogno.
    La polaroid a sinistra rappresenta il potere del sognatore sulla dimensione onirica, l'atto di creare un mondo personale e governarlo in assenza di paure.
    La polaroid a destra sposta l'inquadratura in alto, il soggetto è l'ambiente che si rivolta contro, che prende la forma delle paure del sognatore. La ragazza non posa lo sguardo al centro dell'inquadratura ma su come sta interagendo l'ambiente con essa.
    Le tre immagini si completano e si rafforzano a vicenda permettendo di stabilire un contatto con la realtà grazie alla ragazza nella polaroid centrale che dorme nel suo letto avvolta da questo lenzuolo a righe colorate. Quindi l'atto di sognare, l'intimità e l'estetismo romantico sono i soggetti della matrice dell'opera.
    Queste tre foto ci lasciano anche lo spazio di riflettere sul potere che ha il nostro subconscio sulla vita di tutti i giorni e l'importanza di controllare le emozioni e i nostri sentimenti nella realtà. L'essere umano ha il potere di piegare tutte le dimensioni visibili ed invisibili e plasmare lo spazio secondo la propria volontà, il punto di partenza che consente tutto questo è l'annullamento totale delle paure.