Showcase & Discover Creative Work Sign Up For Free
Hiring Talent? Post a Job

Bēhance

Decorazione interna di uno spazio adibito a moschea

  • 584
  • 125
  • 0
  • Decorazione interna di uno spazio adibito a moschea.
  • “In unione con la vera natura delle cose è l’uomo che deve protendere verso il Creatore e non viceversa”


    intro

    Immagino la mia vita come un contenitore, un barattolo all’interno del quale trovano posto tutte le grazie che Iddio mi ha donato: una famiglia, la salute, gli amici e tutti quei doni che il Creatore misericordiosamente elargisce senza chiedere niente in cambio.Ringraziare Iddio per tutto quello che mi dona incessantemente è il minimo essenziale per ricambiare la misericordia di un “Amico fedele”. 

    preghiera

    Per questo, secondo me, la preghiera , è la cosa più importante nella vita; preghiera intesa non come rituale religioso ma come intimo rapporto col Creatore, contemporaneamente, in comunità e in individualità.Fondamentalmente si prega col cuore; non ci sono regole o formule preconfezionate , ma ci si ritrova in armonia con se stessi e con tutto quello che ci circonda.
  • luogo di preghiera

    Essendo la preghiera un momento speciale nella sua natura e preferibile che questo avvenga in un luogo consono; lontano da tutto ciò che può distrarre dalla contemplazione.
    Bisogna però attenzionare che, in Occidente la religione è prevalentemente cristiana, motivo per il quale vi si trovano un numero maggiore di luoghi di culto cristiani, e una minoranza delle altre religioni.
    cos’è una moscheaLa tradizione individua come prima moschea, un cortile in cui la giovane comunità unità in nome della fede si riuniva per pregare, per permettere al profeta di deliberare, amministrare giustizia o perchè il gruppo prendesse decisione di carattere comune. Data la natura semplice, tali luoghi possono trovarsi anche all’interno di una casa privata o su di un’ area pubblica dove semplici pietre creavano un limite più simbolico che reale, come i cosiddetti musallas(“ luoghi di preghiera”).Per un musulmano, ogni luogo adatto alla preghiera è una moschea, ed esistono quindi migliaia di piccole moschee, utilizzate solo da una famiglia o da un quartiere.Dunque anche oggi, come allora, un luogo dove riunirsi per pregare è necessario.
  • problematica

    Secondo me, il preconcetto per cui un essere umano debba necessariamente appartenere alla religione professata nel luogo in cui è nato, oggi decade.Infatti, ( espresso,dati statistici sulla presenza di moschee e del numero di professanti musulmani) considerazioniPrendendo in considerazione che: - secondo la legge e la religione vi è libertà di culto;- i recenti avvenimenti delle guerre civili e la necessità di concedere asilo politico e ospitalità alle vittime che si rifugiano presso dinoi;- le moschee possono essere tali, non solo nell’accezione religiosa ma anche come luoghi comunitari che contribuiscono al mantenimento di un clima pacifico,luogo dedito all’ascolto, al ritrovo comune e ad un arricchimento culturale non indifferente, un beneficio dunque per tutta la comunità residente e non. 
    Abbiamo la presenza di moschee in Sicilia, precisamente a Catania, Palermo, Mazara, Agrigento, Messina, Donna Lucata (RG), Modica (RG), Vittoria (RG), non ne troviamo invece nella provincia di Caltanissetta.In maniera specifica, il mio progetto vede la realizzazione di una moschea nel mio luogo d’origine, Gela (CL) 77.209 abitanti, non solo perché si appresta a divenire provincia e quindi ad acquisire i comuni vicini, ma perché la comunità musulmana è sempre più numerosa. 
  • “Iddio è bello e ama la bellezza”

    La qualità del Creatore si evidenziano nel creato.
    L’uomo da sempre si è rivolto all’opera del Creatore con ammirazione, al fine di poter generare una soluzione come riflesso della sua espressione e soprattutto come riflesso di Luce “ Luce su luce”.
    La decorazione all’interno delle moschee rappresenta il riflesso della bellezza e perfezione del Creatore.
  • progettazione

    Il primo passo è stato la progettazione grafica, l’utilizzo di soluzioni trovate attraverso una pura mescolanza di condizioni, di una ricerca o di uno studio avanzanti per esperimenti, sensazioni, emozioni ecc.
    Il mio studio parte innanzitutto da una non rappresentazione della realtà, poiché spesso questa si presenta come un’illusione della concretezza; il mio intento è generare emozioni, attraverso l’astrattismo delle forme, dei colori e della luce, che attraverso l’utilizzo della calligrafia e del lettering prendono concretezza in messaggio. 
    La soluzione è stata dunque l’utilizzo di  pannelli di “solid surface” come installazioni verticali su due delle quattro pareti, includendo l’installazione anche su porte, finestre e balconi; per le altre due pareti è stato utilizzato un rivestimento in gres porcellanato con frammenti brillanti inclusi nella materia; infine la realizzazione di un contro soffitto. Il tutto prevede giochi di luce e ombre dati dal  posizionamento di LED, e dalla luce naturale del sole. 
  • esecutivo

    movendo da progetti iniziali, grafici e fotografici, ho cercato di generare un modulo ai fini decorativi progettuali, conservando la natura geometrica-astratta, e la texture, delle immagini prese a riferimento.Giocando con il modulo e con le sue caratteristiche flessibili, ho progettato una soluzione nello spazio applicando la texture, su pareti, balconi, finestre, contro soffitto e sul tappeto.In particolar modo porte e finestre, sono state realizzate utilizzando un sistema a scomparsa. 
  • La tipologia di “solid surface” utilizzato è :
    - bianco non traslucido, per i pannelli istallati a parete;
    - bianco traslucido per il contro soffitto e per le ante di balconi e finestre, di modo che la luce , possa attraversarli per creare l’effetto desiderato.
    Tutti i pannelli verranno fresati con macchinari a controllo numerico i quali riescono a incidere a diversi livelli di profondità; questo mi ha permesso di applicare all’interno di alcune delle parti circolari forate del pannello altre superfici cilindriche, incise a loro volta.Vi troviamo incisi i 99 nomi di Dio.
  • Alla distanza di 15 metri è leggibile una lettera alta 40 millimetri.
    E' opportuno che i testi siano compresi entro un angolo di 60 gradi rispetto all’asse di 165 centimetri, misura che normalmente indica l’altezza dell’occhio di chi legge.
    L’ illuminazione interna è caratterizzata dall’ istallazione di luci a LED posizionate:-posteriormente ai cilindri con incise le scritte;-posteriormente al contro soffitto;
  • I LED utilizzati sono RGB, questo permette grazie alle diverse combinazioni di luce di ottenere effetti e colorazioni differenti.Questi verranno collegati ad un pannello di controllo cosicché  si generino diverse gradazioni di colore, in base alle esigenze e alle diverse ore del giorno. 
    L’illuminazione consta di diverse intensità; i LED hanno un angolo d’illuminazione di 120°e 60°. Durante la fase di istallazione verranno decise le potenze di emissione luminosa, in base al dispositivo di accensione e spegnimento (illuminazione parziale1, parziale2 e totale).Quest’ultima caratteristica dipende dall’impiantistica elettrica.
    L’illuminazione è stata studiata in modo da diffondere la luce su tutta la superficie in uguale maniera.
  • La trama realizzata non condiziona la mente di colui che guarda, che prega, bensì lascia scorrere lo sguardo con naturalezza, rendendo l’ambiente in armonia con tutto quello che lo circonda, come quando si contempla lo scorrere di un corso d’acqua o la fiamma di un focolare. 
  • Per le pareti restanti, il soffito e una parte della pavimentazione è stato utilizzato un particolare tipo di gres porcellanato “diamond blue”, contenente frammenti brillanti.
  • E’ stato inoltre applicato un tappeto in fibra di cotone bianco di cm 100 x 90, su tutta la pavimentazione restante, in cui ritroviamo lo stesso motivo utilizzato per il contro soffito di colore grigio; il tutto per rendere l’ambiente il più uniforme ed accogliente possibile.
  • Oltre ai giochi di luce generati dalla luce artificiale si possono gustare altri effetti luminosi dovuti alla luce naturale che varia al trascorrere delle ore del giorno
  • Ringrazio Dio di avermi affiancato persone come:

    Angelo Cigolindo
    Enrico La Rosa
    Laura Presente
    Amedeo Petrone
    Stefania Perna

    che mi hanno sostenuto durante tutta la realizzazione del progetto.
  • "In materia di proprietà, questo contratto è conforme alle "Leggi sul Diritto d'Autore" (Legge 633 del 22/4/41 e Decreto Legge 1485 del 14/12/42), oltre alle diverse convenzioni internazionali riguardo a brevetti, disegni, modelli, marchi, opere dell'ingegno e protezione della concorrenza sleale."